Farma&co

When eating becomes a pleasure

Quality guarantee

Reazioni crociate: chi colpiscono con maggiore frequenza?

Molto spesso sono proprio i soggetti maggiormente colpiti da allergia ai pollini coloro che si dimostrano maggiormente vulnerabili alle reazioni crociate.

Alcuni di questi soggetti manifestano le reazioni tipiche delle allergie alimentari solo durante la stagione pollinica, mentre altri possono manifestare tali sintomi durante tutto l’anno.

Generalmente si tratta di reazioni che tendono a variare da individuo a individuo.

Fortunatamente, non tutte le persone che soffrono di allergie stagionali sono vittima di tali reazioni crociate, ma questo non deve assolutamente far sottovalutare il problema, che, invece, dovrebbe essere colto in maniera quanto più possibile tempestiva.

Soffrire di allergie stagionali e allergie alimentari insieme rappresenta un problema di una certa importanza, che richiede quindi di fare tutto quello che si rende possibile per scongiurare il manifestarsi e/o peggiorare della sintomatologia.

 

Come riconoscere la possibile presenza di una reazione crociata?

Purtroppo i dati non sono affatto incoraggianti: si calcola che una percentuale che va dal 50 all’80% delle persone con allergia al polline di betulla sviluppi anche reazioni tipiche delle allergie alimentari, più frequentemente alle mele, pere, noci, carote crude, kiwi, nocciole.

Per quanto vitale, non è però affatto semplice per chi soffre di allergie stagionali capire se è in atto una reazione crociata che porta quindi a sviluppare, come chiarito, anche allergie alimentari.

Molto spesso si possono associare fastidi alla bocca e alla gola, soprattutto nelle persone allergiche al polline di betulla, in particolare dopo aver mangiato verdure crude e frutta, soprattutto durante la stagione pollinica. Si parla anche, in termini tecnico-scientifici, di sindrome orale allergica (SOA) per riferirsi alla ipersensibilità alimentare che include tutta una serie di sintomi provocati proprio dal contatto di un determinato alimento con la mucosa orale o faringea di soggetti allergici, in prevalenza sensibilizzati ai pollini.

 

In linea di massima si vanno a sviluppare per prime le allergie stagionali e poi, a seguire, le allergie alimentari. Tuttavia la conoscenza della tempistica con la quale in fenomeno in questione ha luogo non è di grande aiuto ai fini della cura.

Per evitare i sintomi è, piuttosto, assai utile sottoporsi ai dovuti test, conoscere la causa delle reazioni crociate e fare un elenco dei cibi da evitare, soprattutto nelle stagioni più critiche.


ornament

Our pizza

When eating becomes a pleasure
    • Address

      Via Preferita, Traversa I, n°2
      25014 Castenedolo (BS) Italy
      Tel. +39 0302311282
      This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

      Mon: 15 – 19
      Tue-Sat: 8:30-12:30 – 15-19
      P.I 03957140985

      Follow us

    • Contact us